Ancora un po' di neve

| Posted in | Posted on 22:55

0






Ancora qualche foto di Torino innevata.

La Neve a Torino

| Posted in | Posted on 11:04

0







Poche cose mi danno gioia e tranquillità come svegliarmi e vedere il paesaggio innevato. Stamattina è successo, e perdippiù a Torino, il che è ancora meglio. Mi sono vestito, sono uscito e ho fotografato. La neve in campagna è bella, ma in città è uno spettacolo.

Trusted Computing

| Posted in | Posted on 15:45

0


Leggere fa male alla salute... Soprattutto leggere le cattive notizie.
Quali sono? In questo caso si parla di Trusted Computing, una nuova tecnologia per garantire la "sicurezza" dei computer degli utenti. Da quanto ho capito sull'argomento si tratta di un nuovo modo di concepire i computer in modo che blocchino i contenuti indesiderati e permettano di eseguire solo quelli fidati (trusted). Il tema da discutere è il significato assegnato alla parola TRUST. A questo scopo mi è stato di grande aiuto il sito www.no1984.org che con un semplice video riassume la distorsione di tale significato.
Si parte dalla parola FIDUCIA che è per definizione un "sentimento di sicurezza PERSONALE nei confronti di altre persone o cose, dipende dalla RECIPROCITÁ e NON deve essere FORZATA".
Nell'ambito informatico si tratta di fiducia nei confronti dei dati e dei programmi che permettiamo di eseguire al nostro computer. Dato che è un sentimento PERSONALE, sono IO che decido di COSA FIDARMI. Originariamente il TC era concorde al significato letterale in quanto è l'utente che decide ciò che è pericoloso e ciò che è degno della sua fiducia.
Come ogni medaglia che si rispetti il TC ha anche una seconda faccia, ed è piuttosto buia... Il concetto che ne ha estrapolato l'industria informatica è che il computer ha GIÁ DECISO di cosa IO, utente, DEVO FIDARMI.
Questo dovrebbe rendere i computer più affidabili e sicuri, ed in parte è vero, poichè la protezione è hardware e quindi immodificabile anche dall'hacker più esperto. Però viene a mancare la fiducia nei confronti dell'utente, in quanto nessun programma o periferica non approvata dalla casa madre può funzionare.
Fantastico.
Saremo costretti ad acquistare prodotti rigidamente conformi alle prescrizioni del titolare del TC, per non parlare dei liberi sviluppatori di software che dovranno andare a remare. Quindi ciao Linux e free-source. Il pozzo è in realtà ben più profondo. Sarà possibile da parte del controllore del TC di, per esempio, censurare un sito web semplicemente impedendone a tutti gli utenti TC l'accesso, vietare la riproduzione di files mutimediali non autorizzati e altre belle nefandezze senza che l'utente possa fare un bel niente. Il mio modesto parere è che si perde una delle funzioni più brillanti del computer: la versatilità.
Nota bene che quando si parla di computer si parla di ogni genere di dispositivo che abbia un processore. Forse i tostapane sono tra i pochi che ancora non ce l'hanno.
Tornando al video del sito sopra citato riporto: "Se loro non si fidano di te, perchè tu devi fidarti di loro?"
Questo è il genere di notizie che mi fa stare orwellianamente male.
Per chi volesse opinioni più dettagliate della mia si legga questo.

Una lunga domenica di passioni

| Posted in | Posted on 11:50

0


Avendo molto apprezzato Amelie non posso esimermi dal fare i complimenti al regista, Jean Pierre Jeunet, che ha saputo creare una storia poliedrica, tra guerra, amore, speranza e personaggi strampalati, i soliti dei suoi film. C'è anche Amelie...ops Audrey Tautou, che interpreta il ruolo della giovane fidanzata che non si limita ad aspettare il ritorno del suo amato dalle trincee francesi della Grande Guerra. Intraprende invece un'accurata indagine che la porta a conoscere tutti i personaggi che hanno vissuto quello scorcio di conflitto e, cosa più importante, il destino del suo bello.
Chi ha l'occhio fino riconoscerà molti attori già presenti in Amelie e addirittura Tchéky Karyo, misterioso personaggio di Nikita. Chi ha occhio meno fino riconoscerà comunque l'ottima partecipazione di Jodie Foster che non stona affatto in un film francese.
Qui la recensione e qui la pagina IMDB

Volume iPod

| Posted in | Posted on 20:30

0



Leggendo qua e là su internet ho scoperto che gli iPod venduti in Europa hanno una limitazione del volume massimo erogato, che risulta più alto negli esemplari venduti altrove.
Cosa? Una limitazione???
Ecco la soluzione. In questo sito ho trovato un programmino di pochi kb che si chiama iMod il quale rimuove questo limite.
Prima che gli scettici e i paurosi (ne conosco molti) protestino per l'eventuale danneggiamento del player, ricordo che la modifica che effettua questo software è, per l'appunto, solo a un livello di firmware ed è facilmente e completamente reversibile.
L'unica cosa che può danneggiarsi è il timpano dell'utente che ne fa un uso sconsiderato...

ICAP

| Posted in | Posted on 17:51

0


Il Cervello a Prostituirsi è un giochino web molto interessante. Si parte da questa pagina dove si comincia un viaggio che ruberà molte ore e molti neuroni a chi lo intraprende seriamente. Bisogna infatti rispondere agli indovinelli proposti scrivendo la risposta di seguito nella barra dell'indirizzo del sito. Le prime due o tre domande sono abbastanza facili e in pratica sono propedeutiche al funzionamento del gioco, ma proseguendo l'autore, (che è un pazzo) chiederà fantasia, intelligenza, conoscenze di matematica e di internet. Sembra facile ma personalmente ho superato circa 26 livelli spremendomi le meningi al massimo e, lo ammetto, cercando la soluzione in alcuni casi.
Pare comunque che il creatore continui a scrivere nuove pagine con nuovi indovinelli, quindi la lunghezza del gioco è virtualmente infinita.
Vi invito a provarlo e a trasgredire il meno possibile, anche se in certe domande sembra che solo le bestemmie possano aiutare...

Musica

| Posted in | Posted on 12:33

0


Rock, Pop, Classica, Jazz. Siamo aperti a tutto, o quasi. Oltre le tonnellate di letame riversate da Mtv c'è qualcosa.
Ultimamente la musica elettronica è stata una bella scoperta. Arrivando da musica un po' più "grezza" come il grunge, (tappa imprescindibile di ogni adolescente) attraverso Red Hot Chili Peppers e Radiohead ora ascolto gruppi come gli Air o i Daft Punk.
Dopo potenza e rabbia eccomi in una fase di suono e melodia.
C'è un'età per ogni musica, c'è un'età per ogni cosa.

Viaggi

| Posted in | Posted on 23:22

3


Chi più chi meno, tutti hanno viaggiato. Qui vorrei condividere le mie esperienze di viaggio con voi e con chi ho incontrato in giro per il mondo.
Le foto si riferiscono al viaggio a Capo Nord, eroica impresa compiuta nel 2004 in camper da quattro amici.
Perchè non è importante dove vai, ma con chi vai.

Cinema

| Posted in | Posted on 17:34

1


Guardare, raccontare, recensire, proporre film.
Questo è lo scopo.
I film sono così tanti e noi abbiamo solo due occhi, tutto ciò è ingiusto.
Meglio condividere le proprie conoscenze, chissà che non si scopra qualche regista sud-coreano ancora sconosciuto...
beh, forse è meglio non esagerare...

Ecco la prima proposta:
per i pochissimi di voi che non l'avessero ancora visto consiglio caldamente Mulholland Drive.

Chi lo capisce me lo spieghi!!

Primo post

| Posted in | Posted on 17:02

0


Eccomi qui.
Questo è il mio blog e non sono sicuro del perchè l'ho creato nè ho una particolare idea di cosa scriverci.
Essendo attratto da queste "nuove tecnologie" è abbastanza normale provare cose nuove e questa forma di comunicazione mi sembra abbastanza aperta e diretta.
Finite le ciance tutti sono liberi di lasciare un commento di qualsiasi sorta su un qualsiasi argomento.
Sono ancora poco avvezzo alle gerarchie internettiane e ai blog, però imparo in fretta, per cui invito già da subito tutti gli utenti a evitare volgarità o insulti fini a sè stessi perchè così facedo verranno bannati.
Ma ciò è superfluo.
Come pure questo blog.