Gianluca, che fai?

| Posted in | Posted on 18:15

Ieri a mezzogiorno, a cento metri da casa mia, Gianluca Pessotto si è buttato dal secondo piano della sede della Juventus. La notizia mi ha colpito, perchè nonostante tutto mi sembrava uno dei pochi calciatori equilibrati in giro di questi tempi. Ho visto Cannavaro sbiancare durante la conferenza stampa della Nazionale, scappare dai microfoni realmente turbato. Non è stata una bella immagine.
Dimesso, mai inopportuno, tranquillo, non modaiolo. La scelta di vita di Pessotto è quella del bravo ragazzo, forse introverso ma di sostanza. Sto scoprendo che dietro queste maschere di normalità si nascondono i problemi maggiori e più profondi. Non nelle dichiarazioni della Franzoni, non nelle riviste patinate nè nei programmi pomeridiani su canale5. Bisogna saper guardare il proprio vicino, quello con l'aria perbene per trovare il disagio dei tempi moderni.
L'incubo peggiore per Gianluca deve ancora arrivare. Quando si riprenderà (presto, gli auguro) dovrà spiegare alla melensa opinione pubblica il suo gesto, rivivere il dramma.
Spero solo che la stampa e i giornalisti in generale avranno un po' di tatto nei suoi confronti, nei confronti di una celebrità veramente fragile.

Comments (0)

Posta un commento