Campioni del mondo? CAMPIONI DEL MONDO!

| Posted in , | Posted on 14:37




A posteriori la scaramanzia, la cabala, le statistiche ci fanno sorridere. Eppure ci hanno azzeccato in pieno. Escluso il pronostico di Mick Jagger è andato tutto come doveva andare. Abbiamo tolto dalle spalle di Zoff & Co. il fardello ventennale di campioni del mondo. L'Italia ha sfornato una nuova generazione di eroi.

L'ambientazione è sempre la stessa: stessa stanza, stessa afa, stessi posti a sedere (guai a cambiare!), stessa voglia. Il clima questa volta sfiora il surreale. Personalmente mi trovavo in un limbo di semi-incoscienza, vuoi il panino ingurgitato in tre secondi netti, vuoi lo stress pre-partita. Non mi rendo pienamente conto di quello che sta succedendo. E' la finale, facciamocene una ragione.

Fischio d'inizio, ho l'adrenalina anche nelle gengive, sono talmente eccitato che rimango immobile. Sette minuti ed ecco la beffa, lo sgambettino alla francese, anche detto "le sgambettin". Rigore, cazzo. Non ci voleva proprio. Zinedine Zizzania si appresta a battere, cucchiaia, TRAVERSA! Tutti intorno a me esultano, ma io guardo il braccio dell'arbitro e crollo sul divano. Indica i centrocampo: il pallone è entrato. I volti diventano subito segnati, c'è Dave vicino a me che ha pure la febbre e la finale non glie la fa certo scendere, anzi.

Passano i minuti, la squadra sembra reagire. Pirlo batte l'angolo, Materazzi incorna da una nuvola, Barthez fa una mossa alla Tony Manero. Inutile mio bel pelato. E' GOL! Il pareggio ci riscalda subito, il resto della partita si soffre.

Ormai sono in trance, Bobo continua a inveire per 90 minuti, non capisco dove abbia la forza.
Supplementari, supplizio.

Le occasioni sono più frequenti e San Gigi Buffon ci salva più volte dallo scivolone, complice anche Fabio "Presidente della Repubblica" Cannavaro. E poi la magnifica incornata di Zidane su cross di Sagnol. Che campione! Buffon gli nega un gran bel gol.

E poi?

Materazzi, eroe di serata, intrattiene uno scambio di battute con l'algerino dimissionario che sembra non gradire i complimenti a lui rivolti e come ringraziamento BAM! una bella testata nello sterno. Ma bravo Zizou, un gran bel modo di finire la carriera. E così, mestamente, la Super Star se ne torna sotto la doccia, per sempre.
Però a noi non basta, 10 contro 11 e la palla ce l'hanno sempre loro. Siamo fusi, dobbiamo svoltare.

Helizondo fischia di nuovo. No, i rigori no!

Ormai sono statico, svuotato. Vada come vada, penso tra me e me.
Invece va bene. Va molto bene, accidenti! Non ne sbagliamo uno e Trezeguet, nostra bestia nera europea, cerca di imitare il capocciatore algerino (una volta per tutte: non è francese).
Traversa, e stavolta la palla rimbalza un po' in qua invece che un po' in là.

Grosso al tiro. Sembra un predestinato, l'uomo svolta. Spiazza Barthez e ci consegna la coppa.
Delirio, non ho neanche più voce per urlare, forse non mi rendo conto di ciò che sta succedendo, forse neanche ora che scrivo.

Tutto il resto è festa, bagni nelle fontane e bandiere che svolazzano.

L'avvocato Agnelli disse una bella cosa: "I Francesi possono vincere o perdere. Ma quando a batterli sono gli Italiani, soffrono un po' di più"

Senza rancore, cugini transalpini.
Da oggi i CAMPIONI DEL MONDO SIAMO NOI!

Ps: a breve il mio taglio drastico... (Camoranesi mi fa una pippa...)

Comments (1)

Bravo, altro che una spuntatina come Mauro German.. Tu devi proprio lucidare il cuoio capelluto! Fai respirare sto cervello, cazzo..

Campioni del Mondo!! Siamo i MIgliori!!

A casa sti francesi spocchiosi!

baci tricolori..

Posta un commento