Caro Dan Brown... parte seconda

| Posted in | Posted on 15:12


Colto da un'ondata di masochismo letterario mi sono comprato "l'ultimo best seller dell'autore del Codice Da Vinci", come recitano le fascette dei libri da supermercato. Il prezzo di circa 18€ è ovviamente eccessivo per un libro CHE HO GIA' LETTO!
Eh sì, Crypto è la copia sputata de "La verità del ghiaccio", nè più nè meno. Cambiano i nomi e i luoghi ma il succo è sempre quello, persino il cattivo!

Ora, il concetto di Dan Brown è di concentrare un romanzo in una fabula di uno massimo due giorni. Ok, non c'è problema, ormai è il suo marchio di fabbrica.
I protagonisti si fanno dei mega viaggi per raggiungere mete dove saranno isolati dal resto del mondo per tutta la durata del libro.
Marchio di fabbrica.
La situazione è SEMPRE critica, fin dall'inizio.
Marchio di fabbrica.
Il cattivone è sempre quello che meno ti aspetti (anche se in Crypto ci ho azzeccato).
Marchio di fabbrica.
I protagonisti sono sempre affascinanti studiosi assolutamente impreparati per le missioni che si apprestano a compiere ma che, in qualche modo, riescono a concludere al pelo.
Marchio di fabbrica.

Dan, adesso chiudila sta fabbrica, la produzione di serie non va bene per la letteratura.

Comments (3)

hai detto bene! cmq non credevo fossero così simili l'uno all'altro..eh, non ci sono più i clive cussler di una volta...
Lele

complimenti per il tuo blog e per i tuoi video!!! molto simpatico sono pienamente d'accordo conte su questo artcolo e anche quello relativo alla discoteca!! complimenti ancora!!!

Eh no, Clive Cussler ci ha messo 15 romanzi per stancarmi. Un po' più di inventiva ce l'ha...

Posta un commento