Discoteca: perchè?

| Posted in , , | Posted on 21:44

Sabato mi sono preso un weekend di relax, sono partito per il mare con un mio amico.
Destinazione: Liguria.

La serata è cominciata bene. Come al solito bere bere e bere. L'atmosfera si fa più ciarliera, si dicono un sacco di belinate e il sorriso diventa paresi positiva sui volti.
Poi, la prevedibile decisione: discoteca.

Come tutte le volte un parte con dei buoni propositi, speranze magari di conoscere qualcuno o qualcuna con cui avere due parole, come hai fatto dieci minuti prima coi tuoi amici.
E invece va sempre al contrario. Già all'entrata ricordo in che posto sto per entrare. Il buttafuori da la precedenza a donne e coppie (uomo + donna), non so per quale regola pratica. Penserei galanteria, ma mi fa strano da parte di certi bifolchi che vedo piantonare gli ingressi.
Allora penso a qualche regola più pratica e smaliziata per spiegare razionalmente questo fenomeno: il maschio entra, vede che non ci sono donne, si deprime e non beve. Triste pensarla così, ma forse si avvicina alla realtà. Allora è meglio che la carne entri prima degli sciacalli.
Allora entro. E già sono 20 sacchi. Consumazione obbligatoria. E va bene, non godo a darteli ma almeno speriamo che ne valga la pena (che illuso!)

Sull'onda alcoolica mi metto a ballare, ovvero dimenarmi come un tarantolato in mezzo ad altri esseri umani che si dimenano come tarantolati, e magari cerco di attaccare bottone con una ragazza che vedo sola e appetibile. La frase di rito varia a seconda della situazione da "hai una sigaretta", "Come ti chiami?" o "Tiratela di meno sennò si strappa". Forse l'ultima è meglio pensarla solamente. Comunque incasso quel paio di "NO" secchi e abbandono la pista da ballo, come folgorato da un'improvvisa illuminazione.

Seduto su un gradino comincio a guardare i frequentatori di quel posto e comincio a fare l'opposto di quello che stanno facendo. Mi metto a pensare.
Penso che nessuno comunica veramente in discoteca; si entra, si suda, si beve, si esce. Punto. Tutto ciò perde di senso se visto dall'esterno. Tipi abbronzatissimi e scamiciati impomatati che manco Tony Manero se la tirano a tavolini imbottiti di rum e coca. Anoressiche scollate si professano in silenzio detentrici esclusive dell'organo femminile rifugando ogni dialogo o sguardo sotto il livello abbronzatissimo-fighissimo-c'ho-la-porche (sopra citato).
Tu le guardi e loro pensano che vorresti saltare loro addosso, tu capisci e pensi che loro stanno pensando che tu pensi... La cruda realtà è che nessuno pensa niente. Tutti appaiono. Anche la più attraente può rivelarsi sciatta sotto la luce del sole, anche il più palestrato truzzone cade sotto una domanda del tipo "Sai contare fino a dieci?".

No, la discoteca non mi convince. Più ci vado e più mi deprime. E scusate se non guardo Lucignolo, ma il mio modello di vita non è quello coi capelli a punta.
Capisco che una ragazza mi piace veramente se ci parlo e in discoteca il dialogo non esiste. Non è più bella e romantica la spiaggia deserta al chiaro di luna? Le cose più belle sono quelle semplici, e di solito sono anche gratis.

Alle cinque io e i miei amici usciamo, qualcuno sta male (statisticamente inoppugnabile) e si cerca di riprendersi. Io che intanto mi ero un po' immalinconito a seguito delle mie riflessioni mi rinvigorisco quando uno propone il bagno di mezzanotte.
Va bene.

Morale: mi sono divertito di più dieci minuti in acqua che tre ore in disco.
Magari sono io che son fatto strano...

Comments (6)

alby spero leggerai il commento ...
anche io la penso come te, riguardo la disco... e anche io credo che le cose più belle siano quelle più semplici che fortunatamente ci offre la natura... ma se continui a bere così tanto è scontato che non ti si avvicina nessuna e che quando guardi la luna stai talmente imballato che credi sia qualcosa di fantastico!!!!
Scopale tutte e mollale prima possibile... vedi me?
sono fidanzato .. e vado a divertirmi con 6 amici ad Ibz!!!

Ciao paranoia.... cmq ti appoggio pienamente....è un mondo di merda di gasati del cazzo che tutto hanno davanti per diventare migliori ma si appoggiano stanchi soltanto sull'apparenza come se fosse il loro fottuto bastone della vecchiaia....

ciao, bel post! ho trovao x caso in rete il video di te ke ti rasi i capelli e sono passata di qua...
bel blog ma soprattutto parole sante..sembri uno in gamba, quindi se puoi nn accontentarti di una conosciuta in discoteca...
ciao, ilaria =)

Grazie Ila, mi dai una speranza!
Meno disco, più vita reale.

..Alby finalmente scrivo anche io..accedo anche io alla nuova era del diario on-line..Devo ammettere che il tuo blog è fatto bene !Ma bando alle ciance 1 pò di attinenza col post!
Anche a me intristisce la storia della disco etc...sono convinto che oggi si viva in una società ormai basata solo sull'apparire del singolo +ttosto che della voglia di conoscere persone "vere"...Pare sia ormai pratica dimenticata il "parlare" fra 2 persone di senso opposto...ormai si pensa o ci sta o no..e dall'altra..cazzo un altro che ci prova ,ma manco questo mi piace....ma il gruppo vero ,formato da amici "veri"che si incontrano per dirsi delle cazzate per passare serate divertenti,ma semplici?Come fare a trovarlo?...certo se c'è gente come noi che se ne accorge vorrà dire che possiamo avere la presunzione di affermare che siamo diversi..diversi da quelli che vanno in disco per bere Champagne( si scrive così? ),diversi da quelli che sfoggiano Porche(E questo si scrive così?),diversi da quelli che ci vanno solamente per fare la conta,il giorno dopo,di quante ragazze si son "fatti"..che poi cosa vuol dire realmente fatti?Bah..mi sono FaTtO questa ,mi sono fAtTo quella...io 2 lui 3...e poi ti ritrovi di nuovo in discoteca passati magari 3 anni e rivedi gli stessi tipi che fanno le stesse cose degli anni prima : BevonoBevonoBevono,ci provano con tutte .Ma tutte chi?Qualsiasi abbia una bocca una .... o cmomunque che sia di sesso opposto al proprio,dimenticandosi di avere 3 anni in + rispetto al passato.Beh ,è ormai facile pensare a gente che abbia ormai varcato o che sia molto vicino ai 30 ,provarci con ragazzine di 16,18,20...per carità ci sono quelle che sembrano delle vere donne...ma sono le stesse che il giorno dopo scrivono sul diario piangendo che non avrebbero dovuto o peggio ancora voluto...che tristezza ..ecco l'eredità che abbiamo : "una società per lo + basata sull'apparenza non troppo curante dei sentimenti e "facile""..questi discorsi NON li puoi ovviamente fare a tutti, solo con persone che capiscono realmente il senso delle cose;io non dico di capirlo appieno,ma ... mi sono prefisso un obbiettivo ..."la ricerca delle cose semplici" .. oggi forse per colpa mia o per colpa della società , in cui vivo,non so, non riesco ancora a distinguerle da quelle NON smeplici,ma ci volgio provare....
Ma ci siamo chiesti cosa sarà fra 20 anni ?Certo si può rispondere in modi diversi,ed il + semplice sarebbe :"beh posso anche morire domani o cmq prima di 20 anni"..si certo e cosa hai lasciato ?Come ti ricorderanno?Hai raggiunto degli obbiettivi?O ti sei solo "FaTtO" 100ragazze a sera(come dici tu)?etc..scusate ma a me qst non piace e mi fa pensare di dover far nascere i miei figli nella società che erediteranno da"Noi"..

Chi leggerà questo post forse riderà,mi prenderà in giro o dirà si questo ha 40 anni e ha già 3 figli...beh mi dispiace deludere le tue aspettative caro amico ne ho 23 e pagherei non so quanto per avere la certezza di avere una famiglia a 40 anni e perchè no anche con 3 figli...c'è chi si vergogna a dirlo ,io non mi faccio troppi problemi .. certo oggi con Erika sono 2 anni passati ,domani chi lo sa?..
..CIAO Alby spero di non averti annoiato.. Vins #7#

aaaaaaaa La fretta!
Correzioni:
1)...il "parlare" fra 2 persone di sesso opposto...

2)...e mi fa pensare, il dover far nascere i miei figli nella società ...

CIAO CIAO!

Ma come, non guardi Lucignolo.....

Meno male vah, non sono l'unico che si deprime(va) in discoteca!

Vai così!

Posta un commento