Zune, ovvero l'anti-iPod...

| Posted in , , , | Posted on 00:25

Eureka! Microsoft ha finalmente tirato fuori dal cilindro il prodotto che combatterà strenuamente lo strapotere dell'iPod Apple nel settore dei lettori mp3. Come si può vedere dalla foto il lettore Zune è palesemente copiato dall'antagonista della mela. Lo schermo è più grande ma il design non lo trovo particolarmente accattivante. In questi giorni è stato presentato in via ufficiale, anche se da mesi si sapeva che forma avesse, cosa che non succede MAI per i nuovi iPod. Se devi fare qualcosa di eclatante come come combattere la Apple non bruciarti tutto subito, accidenti. Comunque ho letto che i colori disponibili saranno bianco, nero e un'accattivante marrone (????). Non pensate subito a tutte le cose che sono marroni, la battuta è troppo facile... La capacità è di 30GB e rispetto al fratello pari-capacità della mela morsicata costerà - pare - di più. Un plauso alla strategia di mercato del buon vecchio Bill Gates! La funzione Wi-Fi sembra essere interessante quanto eccessiva per un lettore mp3. Lo scambio di files tra lettori è consentito ma con regole ben restrittive (mi pare ovvio). Considerando l'affidabilità dei sistemi operativi Microsoft non nascondo un'acuta diffidenza nei confronti del funzionamento corretto di questo aggeggio.

Cercando su internet ho provato a inserire (come faccio sempre) la parola "iPod" nella barra dell'indirizzo. Su browser Firefox significa cercare tale parola su Google ed essere connessi subito al primo indirizzo persente nei risultati della ricerca, in questo caso alla pagina relativa agli iPod nel sito ufficiale della Apple. Ebbene, con "Zune" sono stato dirottato su un sito di notizie hi-tech italiano semisconosciuto invece che ad un'accattivante pagina ufficiale che reclamizzi il prodotto come si deve. Sembra essere lì per caso questo lettore e non nego un pizzico di soddisfazione nel vedere come i miliardi del signor Gates vadano buttati in progetti fallimentari, quando non in opere di filantropia palesemente orientati a lucidare l'immagine del magnate del software monopolista.

Questo non è il suo campo, non è materia della Microsoft. Bill è un abile mercante che ha visto il risvolto economico nel software prima di tutti, diamogliene atto. Ha arraffato e continua ad arraffare. Guardando bene Windows Vista si nota una "leggera" somiglianza con Mac OS X, che però lo precede di cinque anni. Il primo Windows di fine anni '80 è nato dal lavoro sottobanco di Bill alla Apple che stava sviluppando Mac OS, quindi il giro si ripete.
Il look è simile, ma sotto sotto, è pur sempre Windows...
Ora ci prova di nuovo con questa genialata di lettore che è bello come un Picasso dipinto dal sottoscritto.

Obbiettivamente (forse io non riesco ad esserlo possedendo un iPod), voi quale scegliereste?

Comments (1)

Ok, stavo pensando alle cose marroni accattivanti: cioccolata, caffè, il manto dei cavalli, i capelli di una bella figliola castana, l'ovomaltina (è buonissimo nel latte!), la corteccia degli alberi, i bidoni dell'immondizia, le porte di casa mia, la pelle del mio portafogli. E al momento non me ne sovvengono di ulteriori (che forbito che sono..).

Ma tu per caso alludevi a qualcosa in particolare? MERDA, allora mi sa che non ho capito..

Pregiudizi a parte, biosogna capire che la MIcrosoft ha comunque una fetta di mercato che la Apple al momento non ha e non avrà per molto tempo. Mi ricorda la Serie 1 della BMW, spudoratamente ispirata alla 147 nostrana. Ma a loro che importa, sono la BMW, e i clienti (che avranno anche ragione, ma restano pur sempre dei caproni estremamente condizionabili) rimarranno affascinati dall'ennesimo prodotto di ottimo fatturato tedesco e continueranno a sparlare della mediocre ma carissima qualità dell'auto col biscione.

Dove si vede come la gente non capisca un cazzo di quello che compra e si faccia sempre abbindolare dai grandi nomi.

Baci..

Posta un commento